In Sviluppo

30 ANNI (di Meno)

Maurizio, Marco e Diego dividono forzatamente l’unica stanza disponibile di una clinica privata, dove sono in degenza; tre settantenni con tre diverse patologie e un lungo percorso di vita alle spalle; finiscono per conoscersi e condividere un’inaspettata esperienza. Grazie ad una pillola, acquistata online per favorire le prestazioni sessuali, si ritrovano improvvisamente più giovani di trent’anni e ne approfittano. Sulle tracce dei neo-trentenni, costretti a fuggire dalla clinica per evitare di dover spiegare l’inspiegabile, c’è Christian, il guardiano notturno che, assunta anch’egli la favolosa medicina, fa della caccia ai fuggitivi la sua missione di vita, finendo per unirsi a loro, condividendo una nuova giovinezza e vecchi interrogativi.

UNA VITA IN GIOCO

Uno sportivo, un calciatore, sa che ci sono partite che vinci grazie all’ allenamento, i moduli e il talento, ma sa anche che ci sono partite che proprio non puoi vincere, le puoi solo affrontare, attraversare. Stefano Borgonovo la sfida più difficile, l’ha trovata fuori dai campi da calcio, dove si è scontrato con l’avversario più temibile: la SLA. “Una vita in gioco” racconta la storia di un uomo straordinario, che ha scelto di vivere e di combattere mostrando al mondo che la SLA può modificarti il corpo, levarti la voce, ma non può toglierti la dignità, la voglia di veder crescere i tuoi figli e amare tua moglie.

FIFTY

In un mondo distopico gli uomini hanno fondato un nuovo modello di società
più ricca, felice, funzionale e soprattutto, più giovane. Il prezzo
da pagare per tutto questo è costituto da un microchip impiantato nel
cervello di tutti i neonati che fa sì che la vita di ciascun individuo
duri al massimo 50 anni. E’ chiamata la Rigenerazione: allo scoccare del
mezzo secolo, il microchip blocca l’attività cerebrale, spegnendo quella
persona per lasciare il posto ad individui più giovani. Non tutti però vogliono accettare questa nuova società.