UCCISA IN ATTESA DI GIUDIZIO

La macchina della giustizia è fatta di tribunali, leggi, cavilli. È un meccanismo che si muove lentamente, tra rinvii, attese e sospensioni. Fuori, però, c’è una guerra che abbiamo deciso di combattere in nome di tutte quelle donne che, picchiate, stalkerizzate e vessate, hanno avuto fiducia nella giustizia e coraggio per denunciare.
Il corto con Ambra Angiolini e Alessio Boni affronta questo tema. È tempo di agire, per chi ha avuto coraggio, e per chi ha bisogno di credere che è giusto averlo. Una giustizia lenta non è giustizia.

UCCISA IN ATTESA DI GIUDIZIO – CORTO –

Lascia un commento